Nata a Luino (Varese, Italia) nel 1960, laureatasi in medicina e chirurgia presso l'Università degli Studi di Pavia (Italia), si è sposata con un collega medico nel 1993. Ha iniziato a dipingere all'età di otto anni, esponendo in ambito italiano con buoni risultati. Negli anni universitari a Pavia ha curato la grafica e la realizzazione di diverse pubblicazioni scientifiche. Ha indirizzato poi la sua vena artistica verso il disegno del gioiello, frequentando numerosi corsi di design, oreficeria e gemmologia presso prestigiose scuole italiane, in Firenze e Vicenza.

Tuttora studente presso il Gemological Institute of America, per un continuo aggiornamento. Per la realizzazione delle sue opere si avvale dell'esperienza dell'Atelier dei maestri orafi Fusari, già collaboratori di artisti come Sassu, Fiume, Pomodoro, Consagra; con gli stessi ha esposto alcune sue creazioni al Classique di Kortrijk (B), al Parlamento Europeo di Strasburgo, al Museo dei Diamanti di Anversa.


Con il gioiello REBUS © si è classificata al secondo posto, nella categoria parure, al concorso "Tahitian Pearl Trophy Italia" 2001. È finalista, con il collier MAREA ©, al concorso "29th Pearl Design Contest", Tokyo 2003.

Nel settembre 2004 è invitata ad esporre a Orogemma -Vicenza, nell’ambito del primo Salone dei Designers, "Le Forme del Gioiello"; sua la relazione "Haute Couture Jewels", sul lusso avanzato, al Forum dei Designer. Vive e lavora nel Principato di Monaco, ove possiede una gioielleria in Quai Jean-Charles Rey, nel romantico quartiere di Fontvieille. Qui, oltre ad acquistare le sue creazioni, è possibile pensare e progettare insieme a lei gioielli su misura, che l'artista fa realizzare da esperti artigiani orafi italiani.


"La sua pittura è lineare, ricca di allusioni poetiche, mosse da una forza interiore che tutta la percorre, pervasa da una dolce melanconia dell'animo.Si avverte con evidenza la sua fedeltà ad una libertà di formule e di motivi, che costituiscono il fulcro della sua ispirazione lirica e della sua forza espressiva."

Questo già si scriveva di lei negli anni '70, dei suoi lavori giovanili.Dopo una lunga pausa di arricchimento morale e intellettuale ha ripreso con rinnovato impegno e maturità il dialogo interrotto. La sua matita ci ridona le linee chiare e semplici, ma al tempo stesso originali e uniche; con la sua tecnica preferita, l'acquerello, dona corpo e colore, forza ed espressione ad oggetti preziosi, ma quasi di quotidiana semplicità.

Copyright © 2014 Bernasconi. Tous droits réservés